Questo sito utilizza i cookie tecnici necessari alla trasmissione di informazioni su una rete di comunicazione elettronica e non  utilizza cookie di profilazione.

 

a cura di Luca Barello
e Paolo Mellano

La montagna e le acque

 
Architettura
€ 10,00
72 pagine, ill. a colori
2004
88-87417-94-6

 

Il volume appartiene alla collana Guardare fuori, costituita da una serie di manuali, a uso di studenti di architettura e operatori locali, che indirizzino al progetto su temi poco frequentati dalla critica architettonica o dalla manualistica. Il lavoro nasce da un workshop internazionale in cui si sono confrontati docenti, studenti ed esperti dei temi trattati. I due temi di La montagna e le acque, progettare un nuovo insediamento termale e uno stabilimento per le acque minerali, sono affrontati con un approccio territoriale in cui la progettazione architettonica è legata a quella delle infrastrutture collegate. Gli apporti di tipo "manualistico" e pratico, elaborati con la consulenza di esperti del settore, sono affiancati da un vero e proprio terreno sperimentale (luoghi, progetti, riflessioni, esperienze esterne) che ha reso possibile direttive e conclusioni.
 

Luca Barello, torinese, ha progettato con amici-colleghi prototipi di oggetti domestici (Fornace e Officina), trasformazioni di edifici residenziali (Chios del Re) e museali (Imbiancheria del Vajro) e sistemazioni paesaggistiche (Novalesa, Fenestrelle). Dottore di Ricerca in Architettura e Progettazione edilizia, insegna Progettazione architettonica alla Facoltà di architettura del Politecnico di Torino, sede di Mondovì, è stato visiting professor all’Université Laval di Québec, ha condotto studi sull’architettura torinese del dopoguerra, sull’architettura universitaria e sui rapporti tra progetto e territorio

Paolo Mellano, architetto, è professore associato di Composizione architettonica e urbana alla II Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, dove svolge, oltre all'attività didattica presso la sede di Mondovì, attività di ricerca scientifica e progettazione. Dal 1989 svolge l’attività professionale con Flavio Bruna, con il quale ha fondato, a Cuneo, l’omonimo studio di architettura. Hanno partecipato a numerosi concorsi ottenendo premi e segnalazioni. Nel 2003 hanno vinto il Premio Giovani dell’Accademia di San Luca.

 

ibsbannerverde

Informazioni aggiuntive